19-12-2002

Ron Arad : sculpteur ou designer?

Nigel Coates,

Londres,

Academy, Entreprises, Galerie,

Arts,

Difficile de coller une étiquette sur Ron Arad : architecte, designer, sculpteur, artiste? Laquelle de ces définitions est celle qui lui colle le mieux?



Ron Arad : sculpteur ou designer? Una cosa è certa, Ron Arad è oggi universalmente riconosciuto come il maestro del design inglese.

Nato a Tel Aviv nel 1951, dopo aver frequentato la Jerusalem Academy of Art, nel 1973 si trasferisce a Londra per studiare all?Architectural Association dove ha come maestro Bernard Tshumi e come compagni di studio Nigel Coates e Zaha Adid.

Ben presto nella sua ricerca abbandona l?architettura per volgersi al design e nel 1981 fonda, insieme a Caroline Thorman, lo studio One Off.

Nel cuore di Covent Garden, all?interno dello studio atelier, Ron Arad progetta e produce in serie limitata i suoi primi pezzi in acciaio, tra i quali la poltrona Big Easy, divenuta il manifesto della sua poetica.

Big Easy oscilla tra due poli: l?incarnazione di un mobile utile e il valore di una citazione umoristica. Gli smisurati braccioli la rendono quasi una caricatura, così come il materiale in cui è realizzata -l?acciaio- contrasta con le qualità generalmente attribuite ad una poltrona che deve essere comoda e rilassante. L?effetto che se ne trae è quello di un oggetto ornamentale sovradimensionato e divertente.

Nel 1989 Fonda la Ron Arad Associates, che, pur mantenendo lo spirito ?arts and crafts? dello studio One Off, si apre sempre di più alla progettazione di oggetti di larga produzione per ditte come Moroso, Kartell, Vitra, Alessi, Artemide e Guzzini.

La continua collaborazione con queste aziende, per la maggior parte italiane, spinge Ron Arad ad aprire nel 1994 il Ron Arad Studio, a Como, il cui compito è quello di adattare per l?industria i prototipi prodotti nell?atelier londinese.

Il processo creativo di Ron Arad parte dalla sperimentazione delle possibilità espressive dei materiali, trascendendo la mera funzionalità, per arrivare a produrre oggetti molto plastici ed espressivi, che, rielaborati in un secondo momento, possono divenire prodotti di larga distribuzione. Spesso Ron Arad ama giocare con i suoi pezzi storici, decontestualizzandoli e reinventandoli con nuovi materiali.

Ad esempio la serie di ciotole da snack Baby B.o.o.p, disegnate per Alessi nel 2001, sono ?rivisitazioni funzionali? in acciaio inossidabile di b.o.o.p, serie di pezzi unici prodotti da Ron Arad Associates in collaborazione con la galleria Mourmans: sculture in alluminio soffiato le cui concavità erano state ottenute senza stampi, portando lastre di alluminio elastico ad alte temperature e soffiando con grossi tubi d?acciaio. Nelle opere di Ron Arad il limite tra scultura e design è sempre molto sottile, i suoi oggetti, siano essi funzionali o inscritti in un ambito puramente estetico sono caratterizzati da una cultura del movimento, da linee morbide che conferiscono a tutte le sue creazioni, seppur dotate di forme primitive ed epurate, un orientamento molto dinamico.

A chi gli domanda se si sente più scultore o designer Ron Arad risponde:
?In realtà non è importante?..mi diverto a scoprire i procedimenti, quello che si può fare con il materiale, che tipo di forma ottenere e la funzione in questo caso è puramente un alibi. Non mi interessa battermi per un aspetto o l?altro della questione: dire ? questa non è scultura! No, questo è design? Non è affatto importante. Quello che conta è: è interessante, è noioso, è entusiasmante, guardandolo, toccandolo, vi da un senso di piacere oppure no? Non è necessario sapere cosa sia!?

Flores Zanchi

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Restez en contact avec les protagonistes de l'architecture, Abonnez-vous à la Newsletter Floornature